Strategia della roulette: perché giocare i numeri ritardatari?

Quando giochiamo alla roulette live o a quella online, abbiamo sempre la possibilità di dare un’occhiata agli ultimi numeri usciti della ruota. Chiediamoci però se ha senso basare le nostre giocate sugli esiti precedenti… Ecco per voi una risposta di tipo puramente matematico, che forse vi sorprenderà.

La roulette

Visto che voi lettori siete amanti della roulette, saprete sicuramente che i casinò offrono sempre la possibilità di sapere quali sono stati gli ultimi esiti di una ruota. Se giochiamo in un casinò live o online, possiamo sempre buttare un occhio sugli ultimi numeri premiati dalla pallina. Possiamo sapere per esempio quanti rossi e quanti neri sono usciti negli ultimi cinque, dieci o venti giri. Possiamo scoprire anche da quanto tempo non esce lo zero. Ma una volta che sappiamo tutto ciò, come dobbiamo comportarci?

Il punto di vista matematico

Se vogliamo basarci su ragionamenti puramente matematici e statistici, l’esito dell’ultimo giro (o di un precedente numero stabilito di giri) non ha per noi alcun valore. La probabilità è un concetto che fondamentalmente riguarda ciò che accadrà nel futuro e non è influenzata dagli eventi passati. A molti giocatori potrà sembrare assurdo, ma chi osserva i numeri usciti in precedenza sta solo perdendo tempo, secondo la scienza.

Se sono usciti tre zero consecutivi, la probabilità che esca ancora zero al prossimo giro è la stessa che ha sempre lo zero di uscire: 1 probabilità su 37, quindi poco più del 2,7%. È difficile da accettare ma i numeri dicono questo. Poi ognuno è libero di fare le giocate che ritiene più giuste o sensate.

Il paragone con il Lotto

Se può farvi stare tranquilli, giocare alla roulette seguendo teorie sui precedenti numeri usciti non sarà particolarmente furbo ma nemmeno controproducente. Per fare un paragone, nel Lotto le cose sono un pochino diverse. Questo perché nel Lotto si gioca insieme a tanti altri giocatori e i premi possono anche essere divisi tra i vari vincitori.

Se tutti giocano i numeri ritardatari nel Lotto, covinti di essere nel giusto, fanno qualcosa di estremamente sbagliato. Visto che tutti i numeri hanno la stessa probabilità di uscita, i giocatori dovrebbero fare giocate che nessun altro farebbe. Per esempio potreste giocare i primi numeri nell’ordine naturale (1, 2, 3, 4, 5…) oppure le decine tonde (10, 20, 30, 40, 50…) o anche gli stessi numeri dell’ultima estrazione.

L’importante è che altri non ragionino in questo modo. Nel Lotto bisognerebbe semplicemente capire quali sono i modi di ragionare meno comuni ed adottarli. Nella roulette invece giocate pure i numeri che preferite, non cambia molto. Alla casa da gioco interessa poco, le basta quel 2,7% di edge al tavolo.

Leave a comment